Ricerca:

 
 
 
   

 

 

 




   






















 
 

EPC Editore su GeoExpo

Appalti e P.A.

1 - 2 - 3
10232
   

    

  Gli appalti pubblici dopo il recepimento della Direttiva Ricorsi
Studio Legale associato Caruso - Caudullo- Scalambrieri
 
Edizione: aprile 2010
Pagine: 240
Formato: 150x210 mm
ISBN: 978-88-6310-232-1
 
Euro 21,00
 
- 15%
Euro 17,85
 
Disponibilità: SPESE DI SPEDIZIONE GRATIS
 

Gli appalti pubblici dopo il recepimento della Direttiva Ricorsi

D.Lgs. 20 marzo 2010, n. 53
Come migliora l’efficacia delle procedure di ricorso in materia di appalti pubblici: le nuove forme di tutela sostanziale e processuale

Una guida pratica e sintetica per orientarsi tra le novità introdotte con il recepimento in Italia della Direttiva ricorsi n. 2007/66 CE. Il testo, rivolto ai tecnici ed agli operatori economici del settore, con un taglio operativo, spiega passo dopo passo che cosa cambia con il D.Lgs. di attuazione della legge delega n. 88/2009, raccogliendo le informazioni in un quadro completo e di agevole consultazione. I cambiamenti non sono pochi. A cominciare dal sistema di gestione del contenzioso negli appalti, il cui rito, qualificato come esclusivo, è caratterizzato da una rapida scansione dei termini processuali, dalla riduzione dei termini del ricorso (da 60 a 30 giorni) e di tutti gli altri termini processuali e persino, nell’ottica di una estrema concentrazione dei tempi, dalla definizione della lite nel merito - ove possibile - già alla prima udienza. Riflettori anche sulle cosiddette clausole standstill, che tanto interesse hanno suscitato negli addetti al settore, introdotte per garantire una tutela processuale effettiva e celere. Oggetto di specifica analisi è, infine, la disciplina dell'accordo bonario e dell’arbitrato, la cui modifica risponde alle finalità di promozione degli strumenti di risoluzione alternativa delle controversie (ADR), cruciali nelle strategie di contenimento dei costi processuali e di celerità ed efficienza della tutela perseguite dalle imprese che operano nel fondamentale settore degli appalti pubblici. Una guida fondamentale, insomma, per tutti coloro che devono fare i conti con la nuova disciplina che mira a a migliorare l’efficacia delle procedure di ricorso in materia di aggiudicazione degli appalti pubblici.

Indice

L’evoluzione legislativa

Disposizioni generali

Accordo bonario e arbitrato

Le nuove regole del processo amministrativo in materia di appalti

La sorte del contratto

Ulteriori modifiche al codice dei contratti

Abrogazioni e norme di coordinamento

Appendice normativa

Indice analitico


 
 
 
 
 
 

 
Quantità

  Metti nel carrello
  esamina il carrello

  

  

10226
   

    

  Le cause di esclusione dalle gare
Studio Legale associato Caruso - Caudullo - Scalambrieri
 
Edizione: maggio 2010
Pagine: 192
Formato: 150x210 mm
ISBN: 978-88-6310-226-0
 
Euro 21,00
 
- 15%
Euro 17,85
 
Disponibilità: SPESE DI SPEDIZIONE GRATIS
 

Le cause di esclusione dalle gare

I requisiti di ordine generale alla luce dell’evoluzione normativa

Una guida pratica e sintetica per orientarsi tra le novità sui requisiti di ordine generale per la partecipazione alle gare registrate nel Codice dei Contratti Pubblici.

Il testo, rivolto ai tecnici ed agli operatori economici del settore, con taglio squisitamente operativo, fa il punto sulle principali modifiche apportate dai numerosi interventi di riforma registrati negli ultimi anni, dai Decreti Correttivi al Codice dei Contratti fino al varo del cd Pacchetto Sicurezza e del D.L. 135/09.

Un insieme notevole di norme raccolte in un quadro completo e di agevole consultazione.

Un libro essenziale per avere sempre sotto controllo le possibili cause di esclusione dalle gare, grazie anche a prospetti riassuntivi e numerosi casi pratici. Un ruolo di spicco, tra le novità affrontate dal volume, è riservato agli interventi di riforma apportati dal D.Lgs. n. 113/07 (in particolare la modifica alla lettera m dell’art. 38) e dal terzo decreto correttivo, D.Lgs. n. 152/08.

Oggetto di specifica analisi è, poi, la disciplina dettata dal recente Pacchetto Sicurezza (Legge n. 94 del 15 luglio 2009), con cui è stata prevista un’ulteriore causa di esclusione dalle gare a carico delle imprese che, vittime di reati di estorsione e concussione, non abbiano denunciato per tempo i fatti all’Autorità Giudiziari.

Infine, dal D.L. n. 135/09, convertito in Legge con il provvedimento n. 166 del 20 novembre 2009, che ha modificato la disciplina dettata dal Codice in tema di “controllo” tra imprese partecipanti alla medesima procedura di gara.

Indice

Premessa

Requisiti di ordine generale per la partecipazione alle gare: inquadramento ed evoluzione normativa

Le singole cause di esclusione

Le annotazioni sul casellario

Le modalità di attestazione del possesso dei requisiti

L’articolo 38 tra concorrenza ed ordine pubblico. La competenza legislativa in materia di cause di esclusione dalle gare

Appendice legislativa

Indice analitico


 
 
 
 
 
 

 
Quantità

  Metti nel carrello
  esamina il carrello

  

  

10217
   

    

  La responsabilità amministrativa degli enti collettivi e la funzione dei modelli organizzativi, di gestione e di controllo
Grassi Eduardo, Grassi Stefano
 
Edizione: marzo 2010
Pagine: 384
Formato: 150x210 mm
ISBN: 978-88-6310-217-8
 
Euro 21,00
 
- 15%
Euro 17,85
 
Disponibilità: SPESE DI SPEDIZIONE GRATIS
 

La responsabilità amministrativa degli enti collettivi e la funzione dei modelli organizzativi, di gestione e di controllo

La responsabilità dell’ente per i reati commessi nel proprio interesse o a proprio vantaggio

Aumentano le responsabilità amministrative per gli enti collettivi. E, conseguentemente, aumenta anche il rischio di commettere reati.

Di qui l’importanza di questo volume che esamina nel dettaglio le disposizioni imposte dalla legge e suggerisce, alla luce delle linee guida di settore, i passi necessari per adeguare le strutture amministrative all’attuale quadro normativo.

Il volume esamina, passo dopo passo, il contenuto del decreto legislativo n. 231 del 2001, in materia di responsabilità amministrativa da reato degli enti.

Un provvedimento che ha lo scopo di apprestare forme di tutela nei confronti delle peculiari fattispecie di reati, indicati nella stessa legge di delega e implementati dalle successive disposizioni.

La normativa prevede, tra altro, una forma di responsabilità degli enti collettivi, accertata dal giudice penale, nell’ambito del procedimento per il reato commesso dalla persona fisica. E quindi comporta un onere di carattere organizzativo, ancorché non implichi modifiche nell’apparato amministrativo esistente, senza gravare, quindi, dal punto di vista economico, l’apparato stesso.

Un volume essenziale, in conclusione, per avere enti collettivi con le carte in regola.

Indice

Prefazione

PARTE PRIMA:
LA RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA DEGLI ENTI COLLETTIVI: PROFILI GIURIDICI

La disciplina generale della responsabilità amministrativa degli enti collettivi ed i principi ispiratori

La responsabilità degli enti collettivi

I modelli organizzativi e di controllo

Il procedimento sanzionatorio

PARTE SECONDA:
LA FUNZIONE DEI MODELLI ORGANIZZATIVI, DI GESTIONE E DI CONTROLLO: PROFILI APPLICATIVI

L’importanza dei modelli organizzativi e loro articolazione

L’elaborazione del modello organizzativo

L’effettiva adozione del modello e l’organismo di vigilanza

Breve nota conclusiva

Appendice normativa


 
 
 
 
 
 

 
Quantità

  Metti nel carrello
  esamina il carrello

  

  

EPC Editore su GeoExpo

Appalti e P.A.

1 - 2 - 3


Vademecum dei contratti pubblici

 

Manuale dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture

 

Esempi di stime di terreni e aree edificabili

 

Gli appalti pubblici dopo il recepimento della Direttiva Ricorsi

 

Le cause di esclusione dalle gare

 

La responsabilità amministrativa degli enti collettivi e la funzione dei modelli organizzativi, di gestione e di controllo

 

La gestione del contratto

 

La gara d’appalto

 

 

 

   

Informazioni commerciali:

EPC Srl  - tel. 06 33245277 - fax 06 33111043 - email 
Informazioni sito web: GeoExpo by GEO group s.r.l. - tel. 0825 824256 - fax 0825 825363 - email 
   
Home Page geologi.it bar-2
bar-3