Ricerca:

 
 
 
   

 

 

 




   






















 
 

EPC Editore su GeoExpo

Sicurezza

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12
10376
   

    

  Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (VI ed.)
Gabriella Galli
 
Edizione: gennaio 2012 (VI ed.)
Pagine: 304
Formato: 150x210 mm
ISBN: 978-88-6310-376-2
 
Euro 19,00
 
- 15%
Euro 16,15
 
Disponibilità: SPESE DI SPEDIZIONE GRATIS
 

Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza

Compiti, responsabilità e formazione secondo il D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.
Aggiornato con l’Accordo della Conferenza Stato-Regioni per la formazione dei lavoratori del 21 dicembre 2011 (G.U. 11 gennaio 2012, n. 8) 

Coniugare gestione aziendale dei rischi e attività del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza.

Con un obiettivo: trasformare due elementi che spesso vivono lontani in un tandem fondamentale per rispettare le disposizioni del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i., garantire luoghi di lavoro a prova di incidenti e in grado di tutelare la salute psicofisica degli addetti.

È con questa premessa ben precisa che il manuale viene incontro alle esigenze di imprese e lavoratori diventando, nei fatti, un vero e proprio vademecum in linea con le leggi vigenti e gli orientamenti comunitari.

Una materia quella della tutela della salute e sicurezza sul lavoro in rapida evoluzione: le 39 Schede tematiche, relative a specifiche problematiche di rischio, sono state aggiornate e implementate con riferimento all’evoluzione del quadro legislativo e in particolare tenendo conto delle modifiche alla “direttiva macchine”, dell’entrata in vigore dell’obbligo di valutazione dello stress lavoro correlato, delle nuove disposizioni relative agli ambienti confinati e in materia di formazione di lavoratori, dirigenti, preposti e datori di lavoro.

Il volume, in particolare, spiega come favorire la partecipazione dei lavoratori su tutte le questioni che riguardano la prevenzione, fornisce al rappresentante per la sicurezza un vero e proprio schema di lavoro per programmare la sua attività, offre un quadro sintetico dei fabbisogni formativi e informativi necessari per esercitare il ruolo previsto dalle disposizioni vigenti.

Ma non basta: il manuale è utile anche per spingere al massimo grado la cooperazione con le figure già presenti in azienda e che si occupano di prevenzione, per confrontarsi con il sindacato aziendale e territoriale, per dialogare con la rete delle istituzioni, per cercare buone esperienze e procedure efficaci.

In conclusione, uno strumento pratico ed adeguato, utilizzato come libro di testo nei corsi di formazione, che ha l’obiettivo di andare al di là del rispetto, spesso solo formale, delle misure organizzative e relazionali previste dall’81/2008 e s.m.i.

Indice

PARTE I
I COMPITI DEL RAPPRESENTANTE PER LA SICUREZZA E GLI OBIETTIVI DI PREVENZIONE AZIENDALI

Premessa

CAPITOLO 1
I COMPITI DEL RLS E IL SISTEMA DI INDIVIDUAZIONE DEI RISCHI AZIENDALI

1.1 La prevenzione dei rischi del lavoro favorisce anche una migliore performance dell’impresa

1.2 Compiti e funzioni del Rls nella normativa e negli accordi

1.3 Adozione e implementazione del Sistema aziendale di individuazione, valutazione, gestione dei rischi

1.4. Verifiche dell’Rls/Rlst sull’efficienza del sistema di gestione

CAPITOLO 2
LA PARTECIPAZIONE DEI LAVORATORI E DEI LORO RAPPRESENTANTI

2.1. Le previsioni legislative e normative, gli orientamenti comunitari

2.2. Le iniziative dell’Rls per promuovere a livello aziendale la partecipazione dei lavoratori

2.2.1 Il processo di valutazione dei rischi

2.2.2 La periodicità delle riunioni sulla salute e sicurezza

2.2.3 Procedure di monitoraggio

2.2.4 La formazione continua

CAPITOLO 3
ANALISI DEI BISOGNI FORMATIVI DELL’RLS

3.1 La Formazione del Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza: Il Progetto Ispesl

3.1.1 Formazione del Rls aziendale: contenuti minimi

3.2 La formazione dei Rappresentanti territoriali per la sicurezza: Progetto del Comitato paritetico nazionale dell’Artigianato

3.2.1 Il progetto formativo per l’Rlst

CAPITOLO 4
L’ESERCIZIO DEL RUOLO NEL QUADRO DELLE RELAZIONI AZIENDALI E TERRITORIALI

4.1. L’Rls e le altre figure della prevenzione aziendale: un esempio di relazioni aziendali costruttive ed efficaci, la Procedura relativa agli incidenti mancati

4.2. L’Rls e il suo rapporto con i lavoratori

4.2.1 Un esempio di procedura che facilita lo sviluppo di rapporti cooperativi tra l’Rls e i lavoratori

4.2.2 Danni alla salute e condizioni di lavoro

4.3 L’Rls e il suo rapporto con il sindacato

4.4 L’Rls e il suo rapporto con l’Organo di vigilanza

PARTE II
SCHEDE TEMATICHE

Premessa

SCHEDA 1
LA LEGISLAZIONE NAZIONALE: QUADRO SINTETICO DELLE FONTI NORMATIVE

SCHEDA 2
LE INIZIATIVE DELL’UNIONE EUROPEA

SCHEDA 3
IL SISTEMA DI PREVENZIONE AZIENDALE: INTEGRAZIONE DELLE MISURE TECNICHE NEL QUADRO DELLE MISURE GESTIONALI

SCHEDA 4
CONTRASTO AL LAVORO IRREGOLARE

SCHEDA 5
IL LAVORO FLESSIBILE

SCHEDA 6
IL SISTEMA NAZIONALE DI SORVEGLIANZA EPIDEMIOLOGICA DEGLI INFORTUNI SUL LAVORO

SCHEDA 7
SISTEMA INFORMATIVO NAZIONALE PER LA PREVENZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO

SCHEDA 8
IL SISTEMA DI SORVEGLIANZA MAL.PROF. SEGNALAZIONI DEI CASI DI MALATTIA PROFESSIONALE RILEVATE DAI SERVIZI DI PREVENZIONE DELLE ASL

SCHEDA 9
LE NUOVE TABELLE DELLE MALATTIE PROFESSIONALI

SCHEDA 10
GLI OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO, I DIRIGENTI E IL PRINCIPIO DELLA DELEGA, I PREPOSTI

SCHEDA 11
LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO

SCHEDA 12
IL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE, COMPITI E FUNZIONI

SCHEDA 13
IL MEDICO COMPETENTE E LA SORVEGLIANZA SANITARIA

SCHEDA 14
IL NUOVO SISTEMA DI RAPPRESENTANZA SPECIFICO PER LA SALUTE E LA SICUREZZA. GLI ACCORDI ATTUATIVI

SCHEDA 15
COME REALIZZARE UN BUON SISTEMA DI INDIVIDUAZIONE VALUTAZIONE E GESTIONE DEI RISCHI AZIENDALI

SCHEDA 16
DONNE: TUTELA DELLA SALUTE

SCHEDA 17
FORMAZIONE DEI LAVORATORI

SCHEDA 18
MISURE DI EMERGENZA, PRONTO SOCCORSO, PREVENZIONE INCENDI, EVACUAZIONE

SCHEDA 19
I LUOGHI DI LAVORO

SCHEDA 20
LE ATTREZZATURE: SCELTA E UTILIZZO

SCHEDA 21
LAVORI IN QUOTA

SCHEDA 22
USO E SCELTA DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE

SCHEDA 23
L’ERGONOMIA E I SUOI PRINCIPI NELL’AMBITO DELLA LEGISLAZIONE NAZIONALE

SCHEDA 24
LA FATICA MENTALE E LO STRESS

SCHEDA 25
INFORTUNI: COME PREVENIRLI

SCHEDA 26
AGENTI BIOLOGICI

SCHEDA 27
MICROCLIMA

SCHEDA 28
ILLUMINAZIONE E VISIBILITÀ

SCHEDA 29
MOVIMENTI RIPETITIVI

SCHEDA 30
POSTURE E MOVIMENTAZIONE DEI CARICHI

SCHEDA 31
RISCHIO CHIMICO

SCHEDA 32
SOSTANZE CANCEROGENE E/O MUTAGENE

SCHEDA 33
REGISTRO DEGLI ESPOSTI AI CANCEROGENI CARTELLE SANITARIE PER GLI ESPOSTI AI CANCEROGENI E PER TUTTI COLORO CHE SONO SOTTOPOSTI A SORVEGLIANZA SANITARIA

SCHEDA 34
RUMORE

SCHEDA 35
VIBRAZIONI

SCHEDA 36
AMIANTO

SCHEDA 37
LA SICUREZZA IN ATMOSFERA POTENZIALMENTE ESPLOSIVA

SCHEDA 38
CAMPI ELETTROMAGNETICI

SCHEDA 39
AMBIENTI CONFINATI O SOSPETTI DI INQUINAMENTO


 
 
 
 
 
 

 
Quantità

  Metti nel carrello
  esamina il carrello

  

  

10371
   

    

  Il preposto, il datore di lavoro ed i dirigenti nella sicurezza sul lavoro (IV ed.)
Porpora Antonio
 
Edizione: dicembre 2011 (IV ed.)
Pagine: 368
Formato: 150x210 mm
ISBN: 978-88-6310-371-7
 
Euro 19,00
 
- 15%
Euro 16,15
 
Disponibilità: SPESE DI SPEDIZIONE GRATIS
 

Il preposto, il datore di lavoro ed i dirigenti nella sicurezza sul lavoro
Aspetti giuridici, tecnici e psicologici secondo il D.Lgs. 81/2008 s.m.i. e la più recente legislazione correlata anche regolamentare
IV edizione

Il volume contiene l'aggiornamento all’Accordo della Conferenza Stato-Regioni per la formazione del 21 dicembre 2011

Che cosa fare per essere in regola con le disposizioni previste dal D.Lgs. 81 del 9 aprile 2008 e s.m.i., il provvedimento-chiave per la sicurezza nel lavoro.

Quali sono le funzioni che possono essere delegate. E che cosa rischia chi, sia persona fisica che società, non rispetta le norme sulla prevenzione degli infortuni.

Una guida pratica destinata a tutti i preposti, datori di lavoro e dirigenti che sono quotidianamente alle prese con i problemi relativi alla sicurezza.

Partendo da una premessa fondamentale: il D.Lgs. 81/08 e s.m.i. ed il sistema prevenzionistico che da esso ha preso nuova forma (es. D.P.R. 177/11) non è un sistema di divieti, bensì un sistema di gestione di tutte le attività lavorative per ridurre al minimo i rischi, che include il necessario corollario di controlli e vigilanza.

L’evento lesivo, sia della salute (la malattia, ivi incluso lo stress), sia della sicurezza (l’infortunio), sia della dignità (il mobbing, ad esempio), si può sempre realizzare dal momento che è strettamente connesso all’impiego delle risorse umane.

Ma solo se si saranno rispettate tutte le norme destinate alla minimizzazione del rischio tali eventi saranno seriamente limitati e, ove sussistenti, non vi sarà responsabilità di preposti, datori di lavoro e dirigenti sia con riferimento alle risorse interne che ai fornitori.

Di qui l’importanza di questa guida che non solo offre un quadro dettagliato della normativa in vigore, ma spiega in che modo assolvere ai compiti previsti dalla legge per evitare le pesanti sanzioni previste in caso di inadempienza..

Indice

Introduzione

Il quadro normativo essenziale

Identificazione dei soggetti

Compiti del datore di lavoro

Compiti comuni a datore di lavoro e dirigenti

I compiti dei preposti

I rapporti con

il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione

il Medico Competente

i Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza

gli Organismi Paritetici

le Organizzazioni Sindacali

gli Organi di Vigilanza

La responsabilità per l’inadempimento del dovere di sicurezza a carico di datori di lavoro, dirigenti, preposti, lavoratori, committenti e fornitori

Conclusioni

Appendice

Bibliografia


 
 
 
 
 
 

 
Quantità

  Metti nel carrello
  esamina il carrello

  

  

EPC Editore su GeoExpo

Sicurezza

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12


La redazione del Documento di Valutazione dei Rischi

 

La valutazione del rischio chimico

 

Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (VI ed.)

 

Il preposto, il datore di lavoro ed i dirigenti nella sicurezza sul lavoro (IV ed.)

 

Il responsabile del servizio di prevenzione e protezione (X ed.)

 

Vademecum del coordinatore per la sicurezza nei cantieri temporanei o mobili (III ed.)

 

Testo unico per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

 

SICUREZZA NEI CANTIERI illustrata

 

Tutta la modulistica in materia di sicurezza sul lavoro

 

La formazione del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza

 

Manuale per l’applicazione del D.Lgs. 81/2008

 

Schede pratiche degli adempimenti normativi

 

Amianto - valutazione, controllo, bonifica (III ed.)

 

Sostanze chimiche pericolose: classificazione ed etichettatura

 

Corso di formazione su rumore e vibrazioni in ambiente di lavoro

 

Casi reali in materia di salute e sicurezza sul lavoro

 

Guida alla normativa di tutela della salute e sicurezza sul lavoro

 

La valutazione dei rischi nella pubblica amministrazione

 

Agenti fisici rumore, vibrazioni, campi elettromagnetici e radiazioni ottiche

 

La nuova normativa di tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

 

Valutare e gestire lo stress lavoro-correlato

 

La sorveglianza sanitaria dei lavoratori

 

La normativa di sicurezza e salute nei cantieri

 

Manuale di primo soccorso nei luoghi di lavoro

 

 

 

   

Informazioni commerciali:

EPC Srl  - tel. 06 33245277 - fax 06 33111043 - email 
Informazioni sito web: GeoExpo by GEO group s.r.l. - tel. 0825 824256 - fax 0825 825363 - email 
   
Home Page geologi.it bar-2
bar-3